FIRMATO NUOVO PROTOCOLLO D’INTESA PER IL CONTRASTO AL CAPORALATO

Per il Presidente di AGCI, Giovanni Schiavone: “Un passo importante per lotta allo sfruttamento lavorativo in agricoltura. La nostra Associazione promuove la buona e sana cooperazione e condanna ogni forma d’illegalità e violazione della dignità”

Il 14 Luglio 2021 è stato siglato, al Viminale, il protocollo d’intesa tra il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, il Ministero dell’Interno, quello dell’Agricoltura (Mipaaf) e l’Anci (Associazione nazionale dei comuni d’Italia) con l’obiettivo di attivare efficaci sinergie interistituzionali per contrastare lo sfruttamento lavorativo in agricoltura, “quel segmento importante e strategico che rappresenta la nostra economia”- come lo ha definito il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, sottolineando l’importanza di collaborazione tra i corpi intermedi e la società civile, se si vuole agire in modo incisivo nella lotta contro il caporalato.

E’ stato approvato un piano triennale (2020-2022) che prevede, inoltre, attraverso la stipula di accordi, il consolidamento di una rete di interventi da parte di tutti i soggetti interessati in un’ottica di responsabilizzazione, di condivisione di obiettivi, coinvolgendo Prefetture, Comuni, Organizzazioni rappresentative dei lavoratori e delle imprese agricole affinché vengano effettuati interventi di prevenzione e contrasto dello sfruttamento lavorativo in agricoltura.

“Il protocollo sottoscritto – dichiara Giovanni SchiavonePresidente di AGCI – rappresenta un efficace sistema di cooperazione tra le Istituzioni, i territori e le Associazioni come quella che rappresento in cui aderiscono migliaia di imprese e cooperative, fra cui quelle agricole che, quotidianamente, con il loro prezioso lavoro contribuiscono alla crescita del Paese sul piano economico e sociale”.

“E’ essenziale – continua Schiavone – promuovere e difendere la sana cooperazione, condannando senza se e senza ma il grave fenomeno del caporalato che, purtroppo, molte lavoratrici e lavoratori sono costretti a subire nell’illegalità, nella paura e, molto spesso, nel silenzio”. “AGCI e il Consorzio “Meuccio Ruini”, suo Ente di emanazione – conclude il Presidente – sono partner, con diverse Associazioni, dei progetti “Diagrammi Sud” e “Diagrammi Nord” acronimo di “Diritti in Agricoltura attraverso Approcci Multistakeholders e Multidisciplinari per l’integrazione e il lavoro giusto” che hanno l’obiettivo di strutturare programmi concreti che mettano al centro la persona vittima di sfruttamento in agricoltura, per supportarla nell’intero percorso lavorativo, dal reinserimento alla formazione, e restituirle ciò che le è stato ingiustamente tolto: la dignità”.

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart